Come i veicoli elettrici possono aiutare a bilanciare la rete

Scritto da Mirko Paglia

ECO- Ingegnere

06/11/2020

Per capire quanto possa essere importante la ricarica intelligente di veicoli elettrici nell’aiutare a compensare picchi e depressioni nella rete elettrica, è utile capire come sta cambiando la generazione di elettricità. 

Fino a poco tempo la maggior parte delle centrali elettriche si basava sul carbone e sul gas per alimentare i generatori. Ora le reti elettriche dei paesi sono sempre più alimentate da fonti rinnovabili. Secondo la rete nazionale danese , Energinet, nel 2019 metà dell’elettricità del paese è stata generata da fonti rinnovabili, mentre in Germania la cifra era solo leggermente inferiore al 46%. 

Ripensiamo al concetto di mezzo di trasporto, ripensiamo i nostri edifici come piccole batterie in grado di comunicare con la rete.

Mentre la capacità di generazione di combustibili fossili potrebbe essere attivata e disattivata in modo relativamente semplice per soddisfare le variazioni del fabbisogno elettrico, far corrispondere la domanda con una rete alimentata da fonti rinnovabili è molto più difficile; il vento non può essere fatto soffiare più forte o il sole splende più luminoso per abbinare i livelli desiderati. Con le reti sempre più alimentate da fonti rinnovabili, la domanda elettrica deve seguire l’offerta.

Un punto di ricarica intelligente per veicoli elettrici, in grado di comunicare con la rete, può aiutare a bilanciare la domanda con l’offerta. Un caricatore intelligente per veicoli elettrici consentirà di ricaricare un veicolo elettrico quando le condizioni meteorologiche lo consentono ed è disponibile un eccesso di energia a basse emissioni di carbonio ea basso costo. Allo stesso modo, poiché un caricabatterie EV intelligente può adattare la velocità e il tempo di ricarica, può anche aiutare a ridurre al minimo la domanda sulla rete quando la potenza generata da fonti rinnovabili è bassa.

La flessibilità della ricarica controllata di veicoli elettrici

Secondo il rapporto Global EV Outlook 2019 dell’Agenzia internazionale dell’energia , la ricarica controllata dei veicoli elettrici è adatta per contribuire a una maggiore flessibilità nei sistemi di alimentazione gestendo i modelli di ricarica in modo che coincidano con periodi di bassa domanda.

Oltre ad aiutare a bilanciare la rete, l’AIE afferma che l’installazione di un caricatore EV consentirà anche di collegare un veicolo elettrico all’infrastruttura elettrica. La maggior parte delle persone pensa che l’installazione di un caricabatterie per veicoli elettrici consenta all’elettricità di fluire dalla rete all’auto. Tuttavia, la tecnologia Vehicle to Grid (V2G) consente all’elettricità di fluire dalla rete all’auto e dall’auto alla rete, il che consentirà agli utenti e ai servizi pubblici di beneficiare della batteria del veicolo elettrico per scopi diversi dall’alimentazione del veicolo. 

Ci sono diverse prove attualmente in corso che esaminano l’efficacia della combinazione di accumulo di batteria da più veicoli elettrici per creare quella che è effettivamente una batteria gigante, per fornire vantaggi V2G su larga scala. Molte delle principali case automobilistiche, tra cui Jaguar Land Rover, Nissan, Volkswagen e Fiat Chrysler, sono coinvolte in progetti di ricerca V2G e grandi prove V2G. In caso di successo, questi potrebbero rendere le reti elettriche in tutto il mondo più resilienti fornendo energia dalla batteria dei veicoli elettrici quando la domanda di rete è al suo picco e fornendo una fonte di elettricità pronta in caso di interruzione di corrente.

L’EV come dispositivo mobile di accumulo di elettricità

Poiché la maggior parte dei veicoli trascorre fino al 90% del tempo parcheggiato, l’installazione di un caricabatterie EV consentirà agli utenti di trasformare efficacemente il proprio veicolo elettrico in un dispositivo mobile di accumulo di elettricità. Si tratta di uno sviluppo che potrebbe anche vedere i clienti ricevere denaro, o energia gratuita, in cambio della possibilità di utilizzare il proprio EV per fornire il servizio di bilanciamento della rete.

La tecnologia V2G è uno dei vantaggi emergenti dell’installazione di un caricabatterie EV intelligente. È solo collegandosi alla rete che le case o le aziende possono essere flessibili su quando ricaricano i loro veicoli elettrici, mantenendo una rete equilibrata e incoraggiando la crescita delle energie rinnovabili per la generazione di elettricità.

Abbiamo la tecnologia per utilizzare le auto elettriche come accumuli mobili

V2G Vehicle-to-grid  è la tecnologia che permette di utilizzare le auto elettriche per immettere o ricevere elettricità nella o dalla rete pubblica di distribuzione dell’energia così da contribuire alla sua stabilità quando necessario.

Le fonti rinnovabili non avranno più il problema dei picchi poichè l’energia verrà accumulata proprio nelle nostre auto elettriche per poi essere rilasciate durante i momenti di bisogno.

Related Articles

Consumiamo energia, siamo obesi energetici.

Consumiamo energia, siamo obesi energetici.

Questa è una delle mie frasi che più concretizzano il problema dei consumi energetici:  SIAMO OBESI ENERGETICI. Da qua iniziamo un percorso semplificato, per fissare poco punti facili (ma non semplicistici) in grado di mostrarti la reale situazione. Attualmente esiste...

Ristrutturazione e distanze: il MIT chiarisce

Ristrutturazione e distanze: il MIT chiarisce

Piccola premessa, personalmente avrei voluto darvi il testo della circ. n. 45113/2020 da cui traggo considerazioni tecniche. Purtroppo vi posso dare, per questioni di velocità e praticità, un pdf scasionato. Nell'era del digitale non si comprende come sia possibile...

Conto termico 2.0

Conto termico 2.0

Il nuovo Conto Termico, in vigore dal 31 maggio 2016, potenzia e semplifica il meccanismo di sostegno già introdotto dal decreto 28/12/2012, e incentiva interventi per l’incremento dell’efficienza energetica e la produzione di energia termica da fonti...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: