Architettura ecosistemica

Scritto da Mirko Paglia ECO-Ingegnere

11/11/2020

Lo sviluppo sostenibile

Lo sviluppo sostenibile deve essere considerato come un collante comune a tutte le attività umane. Le nuove tecnologie e la loro applicazione devono confluire in una presa di coscienza dell’enorme influenza nel futuro. Ad oggi non è più possibile pensare egoisticamente al benessere di un solo individuo o di una singola nazione. Bisogna pensare ad una civiltà partecipativa che punta al proprio sviluppo in senso lungimirante.

Tendere all’equilibrio

Lo stato di fatto, invece, ci mostra una piccola parte dell’umanità obesa (da tutti i punti di vista) che governa su tutto e ne determina il destino di tutto il genere umano. Questo modo di gestire il pianeta Terra viene chiamato democrazia. In realtà il giusto termine è teocrazia! Pensare in un equilibrio assoluto non sarebbe neppure costruttivo per qualsiasi sistema. In natura è essenziale che si tenda all’equilibrio. Tale assetto da la possibilità, ad ogni elemento di cui è composto il sistema, di evolversi.

I dati

Grazie a una ricerca condotta dal Politecnico di Milano nel 2019 su 5 città italiane, oggi sappiamo che circa il 64% dell’impatto ambientale è causato dagli eccessi del settore residenziale: consumi energetici (obesità energetica), impianti vecchi, e anche da rifiuti indifferenziati (obesità del cibo, degli imballaggi e del superfluo), materiali da costruzione non sostenibili etc.

Ricerca del Politecnico di Milano 

  • RISCALDAMENTO EDIFICI 64%
  • TRAFFICO VEICOLARE 10%
  • PRODUZIONE INDUSTRIALE 26%

“Nell’architettura si presenta oggi l’urgenza di una sempre maggiore aderenza delle tecniche costruttive, dei materiali e dei consumi energetici a quelle che sono le esigenze di bilancio ambientale positivo.”
Arch. Cettina Gallo e Prof. Manfredi Nicoletti (Architettura Ecosistemica – ENEA – Gangemi Editore – 1998)

Fonti rinnovabili

Non tutto è rinnovabile. Purtroppo è risaputo dell’esistenza del greenwashing. Greenwashing è un neologismo indicante l’ingiustificata appropriazione di virtù ambientaliste da parte di aziende, industrie, entità politiche o organizzazioni finalizzata alla creazione di un’immagine positiva di proprie attività (o prodotti) o di un’immagine mistificatoria per distogliere l’attenzione da proprie responsabilità nei confronti di impatti ambientali negativi. Era necessario fare questa premessa.

Le fonti realmente rinnovabili hanno la caratteristica di avere, come combustibile, per la produzione di energia il sole, il vento, il mare, l’acqua e tutti i complessi meccanismi naturali in grado di produrre movimento. Si aggiungono anche quei composti chimici che appartengono a cicli naturali definiti brevi (durata di pochi giorni). Un esempio di ciclo breve è la produzione di metano da processi batterici. Gli scarti biologici diventano fonte primaria di energia nel giro di pochi giorni.

Le fonti realmente rinnovabili hanno la caratteristica di avere, come combustibile, per la produzione di energia il sole, il vento, il mare, l’acqua e tutti i complessi meccanismi naturali in grado di produrre movimento. Si aggiungono anche quei composti chimici che appartengono a cicli naturali definiti brevi (durata di pochi giorni). Un esempio di ciclo breve è la produzione di metano da processi batterici. Gli scarti biologici diventano fonte primaria di energia nel giro di pochi giorni.
La natura non da grossi quantitativi di energia, ma da le quantità necessarie per poterci “soddisfare”. Spetta noi usare queste fonti in modo razionale evitando atteggiamenti di obesità energetica.

L’Architettura Bioclimatica

Quando l’Architettura diventa bioclimatica?

Con tale termine si prende in considerazione un settore dell’architettura, un sottoinsieme che si occupa della nostra seconda pelle (l’involucro edilizio) in funzione delle condizioni climatiche. Come è facile comprendere, non esiste una soluzione ideale a risolvere tutte le problematiche ma esistono diverse soluzioni per risolvere una determinata problematica. E’ un principio inventato dalla natura stessa: gli animali, sulla superficie terrestre nelle varie condizioni climatiche, sopravvivono se possiedono quella genetica ideale a quell’ambiente. E’ facile pensare all’impossibilità di vivere bene per un pinguino all’equatore! E’ proprio con questo spirito di selezione naturale che si basa l’architettura bioclimatica.

Credo che una nuova strada debba essere ritrovata partendo dal fondamento stesso dell’architettura

Credo che una nuova strada debba essere ritrovata partendo dal fondamento stesso dell’architettura che è, o meglio dovrebbe essere, il soddisfacimento delle esigenze primarie dell’uomo. Come sappiamo, tra le nostre esigenze oggi, aspiriamo a vivere in armonia con l’ambiente, da qui scaturisce la necessità di un’architettura per l’uomo in armonia con l’ambiente. Si deve, in altre parole, trovare un giusto equilibrio tra esigenze di sviluppo della società e la conservazione delle nostre risorse naturali.
Dott. Mario Docci (Architettura Ecosistemica – ENEA – Gangemi Editore – 1998).

Vuoi iniziare il cambiamento?

Related Articles

Consumiamo energia, siamo obesi energetici.

Consumiamo energia, siamo obesi energetici.

Questa è una delle mie frasi che più concretizzano il problema dei consumi energetici:  SIAMO OBESI ENERGETICI. Da qua iniziamo un percorso semplificato, per fissare poco punti facili (ma non semplicistici) in grado di mostrarti la reale situazione. Attualmente esiste...

Ristrutturazione e distanze: il MIT chiarisce

Ristrutturazione e distanze: il MIT chiarisce

Piccola premessa, personalmente avrei voluto darvi il testo della circ. n. 45113/2020 da cui traggo considerazioni tecniche. Purtroppo vi posso dare, per questioni di velocità e praticità, un pdf scasionato. Nell'era del digitale non si comprende come sia possibile...

Conto termico 2.0

Conto termico 2.0

Il nuovo Conto Termico, in vigore dal 31 maggio 2016, potenzia e semplifica il meccanismo di sostegno già introdotto dal decreto 28/12/2012, e incentiva interventi per l’incremento dell’efficienza energetica e la produzione di energia termica da fonti...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: