Le lampade a induzione magnetica

Scritto da Mirko Paglia ECO-Ingegnere

07/12/2020

Le lampade a induzione magnetica possono essere paragonate come normali lampade fluorescenti, con la differenza importantissima che il “bulbo” illuminante è perfettamente sigillato poiché non sono necessari passaggi di elettrodi. L’innesco di accensione viene dato da una bobina che genera un campo magnetico all’interno del bulbo. L’assenza degli elettrodi nelle lampade ad induzione permette una durata d’esercizio più lunga di qualunque sistema illuminante: questo genera un notevole miglioramento delle caratteristiche di durata, di efficienza luminosa e di risparmio energetico.

Vantaggi e alcuni dati tecnici:

La durata di una lampada ad induzione magnetica, è dell’ordine delle 100.000 ore, corrispondente a oltre 25 anni d’esercizio. 

Accensione immediata: viene erogata da subito oltre il 90% della luce e non necessita di un tempo di raffreddamento: questo permette di essere utilizzata insieme a fotocellule o sensori di presenza, mantenendo invariata la resa illuminotecnica. 

Luce diffusa e uniforme.

Non acceca nel caso si guardasse una lampada a induzione magnetica accesa.

Le lampade a induzione sono immuni da disturbi provenienti dalla rete elettrica come gli sbalzi di tensione.

    “Le ESCo sono aziende ancora troppo sottovalutate in un contesto di inefficienza energetica. Meriterebbero maggiore considerazione”
    Marco Codazzi.

    Illuminazione pubblica non solo efficienza

    La bellezza nell’illuminare deve fare i conti con l’efficienza energetica. Oggi le disponibilità tecnologiche, tra cui quelle per la smart city, rendono le nostre città più belle e con minori usi energetici. Trovare società che investono sull’efficienza energetica è diventato più un dovere che una necessità.

    Vuoi iniziare il cambiamento?

    Related Articles

    Consumiamo energia, siamo obesi energetici.

    Consumiamo energia, siamo obesi energetici.

    Questa è una delle mie frasi che più concretizzano il problema dei consumi energetici:  SIAMO OBESI ENERGETICI. Da qua iniziamo un percorso semplificato, per fissare poco punti facili (ma non semplicistici) in grado di mostrarti la reale situazione. Attualmente esiste...

    Ristrutturazione e distanze: il MIT chiarisce

    Ristrutturazione e distanze: il MIT chiarisce

    Piccola premessa, personalmente avrei voluto darvi il testo della circ. n. 45113/2020 da cui traggo considerazioni tecniche. Purtroppo vi posso dare, per questioni di velocità e praticità, un pdf scasionato. Nell'era del digitale non si comprende come sia possibile...

    Conto termico 2.0

    Conto termico 2.0

    Il nuovo Conto Termico, in vigore dal 31 maggio 2016, potenzia e semplifica il meccanismo di sostegno già introdotto dal decreto 28/12/2012, e incentiva interventi per l’incremento dell’efficienza energetica e la produzione di energia termica da fonti...

    %d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: