Notizia è apparsa il 30 settembre 2010 e nessuno ne ha riportato la novità.
Terna SpA, il gestore di rete italiano, è entrata oggi a far parte dell’azionariato del Desertec Industrial Initiative (“DII”), in quota paritetica con gli altri azionisti. Il progetto Desertec ha come obiettivo la produzione e la trasmissione di energia solare ed eolica nelle aeree del Medio Oriente e del Nordafrica (MENA), sia per soddisfare il fabbisogno locale sia per essere in parte destinata alla rete europea.”
La volontà di fare il DESERTEC c’è!
Nel prossimo futuro, anche la società tunisina Steg, proprio in collaborazione con Terna, firmerà per entrare in questo faraonico progetto!
Le società coinvolte al DII contano di produrre nel nord Africa il 15% dell’elettricità necessaria all’intera Europa, utilizzando le tecnologie del solare a concentrazione. Le dispersioni previste sono dell’ordine del 6% nella AT.

L’amministratore delegato del DII (Desertec Industrial Initiative), il tedesco Paul van Son, ha dichiarato che “L’Italia è un paese chiave per noi, grazie alla sua posizione geografica e la vicinanza con la Tunisia. Inoltre, data la sua esperienza di base come operatore nazionale di rete, Terna può contribuire alla nostra joint venture con conoscenze importanti riguardo l’integrazione delle energie rinnovabili in energia elettrica distribuita”.

“La velocità attuale è troppo lenta”, ha detto Mattihias Kurth, presidente del Bundesnetzagentur (l’organismo incaricato della progettazione ed ampliamento delle reti in Germania), “I processi di pianificazione e approvazione devono essere affrettate”. Con tale accusa si riferisce alle linee in AT che in Germania dovevano essere estese per 850 km entro il 2010, attualmente siamo a 90 km proprio in supporto al DII.
in riferimento a:

“Bundesnetzagentur”
Desertec guarda per garantire la rotta africana parchi solari – 6 ottobre 2010 – BusinessGreen.com (visualizza su Google Sidewiki)

Pin It on Pinterest

Share This