Misurare per conoscere

La figura dell’Energy Manager (E.M.) inizia con prendere misura dell’ambiente in cui deve operare. Misurare l’energia, comprendendone gli equilibri all’interno di un sistema, è il primo passo fondamentale in cui commisurare le proprie energie.

L’E.M. costruisce, successivamente, un modello matematico rappresentativo del sistema. Tale costrutto deve essere in grado di soddisfare l’inquadramento degli obiettivi prefissati. L’individuazione di indicatoriè fondamentale (se presi correttamente) per verificare e testare il modello stesso. E’ un’applicazione del metodo scientifico.

L’Energy Manager è quindi in grado di fornire soluzioni, più o meno sensitive, utilizzando il modello creato. E’ molto importante riparametrizzare anche in funzione dei costi/benefici, indice più comprensibile alle committenze “tradizionali”.

Invia commento

Pin It on Pinterest

Share This